Recensioni

“La musica è l'essenziale dell'uomo, il suo sguardo sul mondo.”
A. Schopenhauer

RECENSIONI - STAMPA INTERNAZIONALE:

Suono bellissimo, tecnica sorprendente, scelte interpretative raffinate e un'incredibile
energia comunicativa sono le qualità che pongono Antonio Consales tra i pianisti più
interessanti della sua generazione"

- New York Post

"Il pianista italiano Antonio Consales suona con la classe e la sicurezza di un vero
virtuoso, così come la costante ricerca del suono e del fraseggio propria di un
grande artista".

- Los Angeles Times

"Strepitoso concerto di Antonio Consales alla A.Khachaturyan Museum Concert Hall! Le sue interpretazioni di Chopin sono innovative, generose ma rigorose al tempo stesso. Consales è un artista capace di svelare i contenuti più nascosti della partitura senza stravolgerne lo stile e la forma. L'elemento virtuosistico capace di raggiungere i picchi più elevati è fiero ma mai ostentato. Un pianista destinato a lasciare un'impronta indelebile attraverso le sue interpretazioni che offrono continui spunti di riflessione."
- PanArmenian.Net

"Antonio Consales al pianoforte ha saputo costruire una monumentale
interpretazione dei Quadri di una Esposizione di Mussorgskij ".

- San Diego Union-Tribune – U.S.

"Una vera rivelazione sono stati i tre Concerti tenuti dal maestro Antonio Consales.
Il pianista è dotato di un forte e carismatico temperamento."

- Hawaii Tribune-Herald – U.S.

"Il magnifico pianista italiano Antonio Consales ha incantato la gremita platea del
teatro Vafopoulio con un programma molto ben articolato che spaziava da Mozart a
Beethoven, poi Chopin per concludere con il mistico Skrjabin del quale ha concesso
due bis"

- Thessaloniki.net - Grecia

"…Il pianista italiano Antonio Consales ha suonato per più di due ore un vasto
repertorio: Scarlatti, Mozart, Chopin, Liszt, Scriabin e Rachmaninov. L'interprete ha
padroneggiato con disinvoltura le notevoli diffoltà tecniche ed il pianoforte sotto le
sue mani ha raggiunto un volume di suono orchestrale."

- West Hawaii Today - J. O'Brien - USA

"…Antonio Consales ha eseguito un programma con musiche di Chopin e Liszt
mostrando doti tecniche ed una naturalezza nell'articolazione del discorso musicale
fuori dal comune."

- Weinstadt Woche - Germania

"..Tra gli appuntamenti a cura dell'Istituto Italiano di Cultura una menzione
particolare merita il Concerto del pianista Antonio Consales. Bellezza e profondità
di suono, massima chiarezza nel fraseggio, tecnica poderosa ed uno slancio
espressivo che fanno di questo giovane artista un autentico fuoriclasse."

- Stuttgarter Zeitung - Germania

"Si è conclusa con un concerto fantastico la master class internazionale inclusa
nell'Erasmus Programme del pianista italiano Antonio Consales alla Yasar
University. Il maestro Consales ha tenuto un corso di perfezionamento pianistico di
tre giorni che si è rivelato una ottima esperienza per gli studenti che hanno
partecipato provenienti da diverse città della Turchia e dall'Italia. In conclusione
della master class Consales ha inteso organizzare un concerto con gli stesso studenti
che si sono esibiti alla Yasar. Antonio Consales si è rivelato un didatta di altissimo
livello che in pochi giorni ha saputo mettere in rilievo le migliori qualità dei suoi
studenti, oltre ad un pianista dodato di un carisma ed una musicalità fuori dal
comune."

- Yasar News – Izmir - Turchia

RECENSIONI - STAMPA ITALIANA:

"Consales mostra una tecnica poderosa e uno stile elegante nell'arte del "cantare"
che ci riporta ai grandi interpreti del passato."
- Il Messaggero

"Una vera sorpresa il recital tenuto a Palazzo Barberini dal Pianista Antonio Consales
che ha conquistato il suo pubblico con una raffinata quanto imponente lettura dei
Preludi Op.23 e della Sonata op.36 di S. Rachmaninov.
- La Repubblica

"Il pianista Antonio Consales, fra polifonia e avanguardia." - "Artista completo, forte
di una grande musicalità, e una tecnica brillante e poderosa. Una concezione
musicale, quella espressa da Consales nella sua esecuzione, che creava una
saldatura sonora fra polifonia e avanguardia pianistica, fra l’antico e il XXI secolo
musicale, da cui deriva un’espressività ieraticamente divaricata a carpire i segni
segreti delle polifonie – architetture a più voci. Un’interpretazione, del concerto,
fatta da Consales, nella quale l’intero apparato sonoro era calibrato, pensato
secondo un programma ben chiaro, dove le diverse modalità di legato e staccato
respiravano con la musica in modo saggio e allo stesso tempo partecipe, umano e
credibile con “vista” teatrale e narrativa di impronta romantica. L’equilibrio, la
poesia sommessa ma pungente, erano una sorta di indizio valido per l’intera
esecuzione. Tecnica solida, matura più che fantasiosamente avventata, guidata da un
lavoro di scavo sempre penetrante, dal quale è facile desumere l’esperienza e la
versatilità praticati da Consales. Estro nella rilettura della Sonata in Sib minore di
Chopin con un affondo modernistico nell’allegro finale in cui era marcata la
divaricazione dei registri estremi. Dolente il tema della marcia funebre intriso di echi
straniti che dava un senso di cammino faticosamente ed orgogliosamente compiuto.
Una sala gremita in ogni ordine di posti ha saputo tributare applausi calorosi
omaggio ad un artista calabrese che ha ricambiato con due bis chopiniani."
- Il Corriere del Sud

"Magistrale performance Mozartiana del Maestro Antonio Consales a Crotone,
pianista di spicco annoverato oggi a ben ragione tra i più interessanti della sua
generazione. Il Maestro Consales ha offerto una interpretazione del Concerto K 414
in La Maggiore ricca di una forza espressiva, unita ad una chiarezza e ricchezza
timbrica, mezzi con i quali lo stesso ha totalmente rapito ed incantato il suo pubblico,
affluito numeroso per l'occasione. "

  • IL Crotonese
    “Gerardo Sacco e Antonio Consales “impreziosiscono” l’Euromediterraneo –
    Cominciamo dalla fine: ventotto anni dopo, i Maestri Gerardo Sacco e Antonio
    Consales, si sono riabbracciati sul palcoscenico del Teatro del prestigioso Festival
    di Altomonte per una serata intrisa di “gemme preziose” come i gioielli di Gerardo
    Sacco e le suadenti note di Antonio Consales che, al pianoforte, ha eseguito
    magistralmente musiche di Beethoven, Chopin e Rachmaninov riscuotendo un
    notevole successo da parte del pubblico che gli ha tributato una standing ovation.”

Calabria Events
“L’Oorchestra da Camera “O.Stillo” con il pianista Antonio Consales, hanno dato
vita ad una splendida serata all’insegna della grande ed intramontabile musica.
Nel concerto KV 414, il pianista Antonio Consales con un tocco morbido ed
accattivante, frutto di grande preparazione ed esperienza, ha saputo mettere in luce
lo stile puro scintillante e ricco dell’’originale linguaggio strumentale."
CN24
"Il pianista Antonio Consales convince il pubblico del Conservatorio "F.Cilea" di
Reggio Calabria. Il Maestro si è imposto con un programma dedicato alla Sonata
Romantica: per l'occasione ha scelto la Sonata Op.35 di F.Chopin e la Sonata Op. 36
di S.Rachmaninoff. Tecnica sicura e brillante che non esita a spingersi fino a
ragiungere le vette più alte del vistuosismo, rigore stilistico ,oltre ad una cura ed una
ricerca continua del 'bel suono', sono i cardini propri del pianismo di Consales".
Gazzetta del Sud
"..Fin dal primo momento si è notata la sensibilità e le doti interpretative del Maestro
Antonio Consales, oltre alle sue indiscutibili doti tecniche. Grazia e armonia si sono
ben coniugate con eleganza e precisione: Non sono mancati autentici slanci
vistuosistici che hanno entusiasmato la colta platea."
Il Quotidiano della Calabria - Enzo Magarò

"..Tra i Premi "Franco Ferrara" di questa terza edizione che si è svolta nella sala del
Senato della Repubblica anche il Pianista Antonio Consales che ha ricevuto il
prestigioso riconoscimento dalla Giuria presieduta dal prof. Antonino Zichichi. Il
Maestro Consales, già pluripremiato in Italia e all'Estero, svolge da anni con
successo una ricca attività concertistica."
Il Tempo
"Il pianista cosentino Antonio Consales riceve a Roma nella sala del Senato il
Premio "Franco Ferrara" da una giuria composta da insigni personalità e presieduta
dal Prof. Antonino Zichichi."
RAI TG3 - Pino Nano

“Antonio Consales incanta con il suo pianoforte –
Lo scorso 9 giugno i carabinieri dell’Arma di Cosenza hanno festeggiato
il bicentenario: un’importante ricorrenza celebrata nel segno di quell’austerità nota
alle autorità e all’intero Paese. Ad aggiungere carisma è stato l’intervento musicale
di un “cavallo di razza” ormai ben noto nel panorama nazionale ed
internazionale.Antonio Consales, artista raffinato del suono e della sua più profonda
espressività, su invito del Comando Provinciale dell’Arma, ha tenuto ilConcerto

presso il Chiostro della Caserma “P. Grippo” con musiche di Bach, Beethoven,
Chopin.
Grandi e fiere uniformi d’antica memoria da un lato, eleganza del fraseggio musicale
e virtuosismi che incantano dall’altro a testimonianza della rispettosa, dovuta
reverenza alle istituzioni: “Ho donato un mio Recital- ha dichiarato l’artista- a un
evento di rilevanza storica. E’ stato emozionante suonare al cospetto della nostra
bandiera di Stato.”
Un nuovo successo, quello dello scorso 9 giugno, che ha ricordato quanto sia, ormai,
inarrestabile la carriera- sola ascesa- del pianista cosentino, protagonista indiscusso
nelle sale e teatri di alto prestigio internazionale.”
CN24 – 21.06.2014

"..Dalla virtuosa leggerezza di Mozart alla grave e nostalgica passione chopiniana,
Antonio Consales ci ha donato momenti di rara e più autentica commozione. Nella
"Marcia Fenebre" l'interprete ha celebrato, con grande fedeltà, l'anima triste e
tormentata dell'immortale compositore polacco. Infine nella seconda Sonata di
Rachmaninov il Maestro ha offerto il meglio di se esprimendo tutto il suo talento, la
sua forza espressiva unita ad un magistrale virtuosismo mai fine a se stesso; tutto a
dimostrazione di una sua naturale vocazione verso la scuola russa"
Gazzetta del Sud - A. Garro

"E' stato il giovane pianista Antonio Consales ad inaugurare la dodicesima edizione
del Festival Mediterraneo dei Due Mari di Altomonte con un concerto che ha
registrato il tutto esaurito all'Anfiteatro. Consales ha stregato il suo pubblico con
momenti di alto virtuosismo che si alternavano ad altri in cui si abbandonava alle
sonorità più intime. Il pianoforte per il pianista cosentino è una tavolozza di colori
da cui attingere per creare le sue tele cromatiche e con queste egli sa toccare i punti
più profondi e sensibili dell'anima. Onori a questo artista che ha davanti a se una
sicura luminosa carriera."
Gazzetta del Sud - S. Coppola
"..Ha concluso la serata il Pianista Antonio Consales con uno strabiliante
programma interamente dedicato a S. Rachmaninov: Preludi ed Etude-Tableaux tra i
più difficili, 2 Momenti Musicali, la seconda Sonata Op.36. Il Maestro Consales ha
letteralmente incantato il pubblico presente che non ha esitato a tributargli una
standing ovation"
Musica e Scuola - B. Bertucci

"Un concerto colmo di una forte carica emotiva è stato quello tenuto sabato scorso
dal Pianista Antonio Consales nella Rassegna Concertistica Internazionale di Villa
Arbusto ad Ischia. Il pianista si è cimentato in un programma che verteva
principalmente su Liszt di cui è sicuramente uno specialista. Il Mephisto Valzer, la
Dante-Sonata, Studi Trascendentali e Studi da Paganini sono stati snocciolati con
eleganza ed espressività da Consales conquistando il massimo consenso".
Il Mattino

" Il Pianista Antonio Consales conquista il pubblico del Festival Pianistico di
Marsala. La sua interpretazione dei Quadri di una Esposizione di M. Mussorgskj ha
saputo rivelare con la massima precisione ogni più prezioso particolare dell'opera
senza perderne mai di vista l'unitarietà della struttura."
Il Giornale di Sicilia - F. Patanè

"La musica abbatte le barriere architettoniche. E' questo il messaggio che è stato
lanciato ieri dal Maestro Antonio Consales attraverso un memorabile concerto
tenutosi al Teatro "A.Rendano". Con il suo pianoforte Antonio Consales ha
dimostrato che la musica varca ogni confine tenendo alti i principi di solidarietà. Un
concerto a sostegno dell'associazione giovani disabili calabresi in cui il Pianista ci
ha donato una
memorabile esecuzione del Concerto K 466 di Mozart con l'Orchestra Philarmonia
Mediterranea."
Il Quotidiano della Calabria - G. Scura

"L'Accademia "Franco Ferrara" di Altomonte deve il suo successo al pianista
Antonio Consales. Consales, nonostante i numerosi impegni concertistici, è riuscito
ad avviare una scuola di alta formazione musicale che ha già raccolto una lunga
serie di premi in tutto il mondo."
Guitart - P. De Lorenzo
"E' Antonio Consales, pianista calabrese, ad aggiudicarsi il Premio "Pericle d'Oro"
per la Musica 2000. Un ulteriore riconoscimento a questo nostro giovane artista che
continua a raccogliere successi con la sua attività di concertista."
RAI TG3 - G. Corigliano

"Il Concerto di Maxence Larrieu in duo col Pianista Antonio Consales ha chiuso il
laboratorio flautistico del Festival di Altomonte che ha visto anche la partecipazione
di Angelo Persichilli. Larrieu e Consales hanno incantato con un vasto programma
conclusosi con la Sonata di Poulenc e un applauditissimo bis; la celebre Orfeo ed
Euridice di Gluck. Al termine della serata il Sindaco di Altomonte ha consegnato ad i
due artisti il Premio "Altomonte Musica '98"

Falaut - M.Rendina

"Successo ieri sera per il flautista Maxence Larrieu ed il pianista Antonio Consales
al Festival di Val d'Erice. I due artisti hanno ricambiato l'entusiasmo del pubblico
numeroso offrendo una lunga serie di bis."
Il Giornale di Sicilia

"Davanti ad un folto pubblico si è svolto il Concerto di Natale ieri nella Cattedrale
S.Antonio in cui l'Orchestra Sinfonica della Repubblica Slovacca è stata affiancata
dal solista Antonio Consales, pianista di grande talento che ha interpretato il
Concerto K414 in La magg. di Mozart".
Gazzetta del Sud

"Il pianoforte è stato protagonista con Antonio Consales al Festival Musica da
Camera organizzato dagli Amici del Pianoforte di Bologna. L'interprete si è distinto
interpretando un programma tutto dedito alla forma Sonata: quattro capolavori di
Mozart, Beethoven, Chopin e Rachmaninov. In quest'ultimo lo stesso ha dato il
meglio di se chiudendo lo spettacolo con tre bis dello stesso autore russo."
Il Resto del Carlino

"Il pianista cosentino Antonio Consales ha inaugurato la Stagione dei Concerti
dell'Associazione Amici della Musica di Amantea al Palazzo delle Clarisse
riscuotendo il successo di un pubblico caloroso al quale il maestro ha concesso
numerosi bis".
L'inserto di Calabria

"Grande successo di pubblico e di critica al Concerto di Primavera tenuto a Crotone
dal giovane pianista Antonio Consales. Ad aprire il programma il Mephisto Valse di
Liszt seguito da una serie di pezzi di bravura di Rachmaninoff, Liszt e Paganini-
Liszt."
Il Giornale di Calabria

“Una concezione musicale, quella espressa da Consales nella sua esecuzione, che creava una
saldatura sonora fra polifonia e avanguardia pianistica, fra l’antico e il XXI secolo musicale, da cui
deriva un’espressività ieraticamente divaricata a carpire i segni segreti delle polifonie – architetture
a più voci. “
M. Romano – Il Corriere del Sud

“Un’interpretazione, del concerto, fatta da Consales, nella quale l’intero apparato sonoro era
calibrato, pensato secondo un programma ben chiaro, dove le diverse modalità di legato e staccato
respiravano con la musica in modo saggio e allo stesso tempo partecipe, umano e credibile con
“vista” teatrale e narrativa di impronta romantica. L’equilibrio, la poesia sommessa ma pungente,
erano una sorta di indizio valido per l’intera esecuzione. Tecnica solida, matura più che
fantasiosamente avventata, guidata da un lavoro di scavo sempre penetrante, dal quale è facile
desumere l’esperienza e la versatilità praticati da Consales. Estro nella rilettura della Sonata in Sib
minore di Chopin con un affondo modernistico nell’allegro finale in cui era marcata la
divaricazione dei registri estremi. Dolente il tema della marcia funebre intriso di echi straniti che
dava un senso di cammino faticosamente ed orgogliosamente compiuto.”
M. Romano – Il Corriere del Sud